Torta allo yogurt con cocco & cioccolato bianco

La neve.

Finalmente.

Adoro la neve.. la definirei confortante. Ascoltare il silenzio attorno a sé che si crea quando nevica è impagabile. Mi fa sorridere e dimenticare le difficoltà di ogni giorno. In un attimo sembra che tutto sparisca e il tempo diventa qualcosa di palpabile e reale. Me ne riapproprio.

Con questa torta ho voluto ricreare quella sensazione di conforto, di morbidezza, di relax.

E’ una torta ricca di gusto, ma povera di grassi: sicuramente inferiori a quelli di una classica cheesecake.

Lo so la foto è bruttina e non le rende giustizia per niente 🙁

Ma non ho avuto il tempo di fotografarla…!!

Buon segno, no?! 😉

 

Ingredienti per la base (teglia a cerniera da 22 cm di diametro circa):
  • 100 gr di granola o di agglomerati di muesli croccanti
  • 70 gr di biscotti secchi (io ho utilizzato dei biscotti che avevo a casa al cacao)
  • 90 gr di burro
  • 15 gr di farina di cocco
  • 15 gr di cacao in polvere
 Ingredienti per la crema:
  • 300 gr di ricotta fresca biologica
  • 300 gr di yogurt greco al cocco
  • 200 g di panna fresca
  • 170 gr di cioccolato bianco
  • 70 gr di farina di cocco
  • 130 gr di zucchero al velo
  • 8 gr di agar agar
Per guarnire:
  • Scaglie di cocco
  • Scaglie di cioccolato bianco
Preparazione:

Iniziamo preparando la base: in un mixer tritiamo la granola assieme ai biscotti. Aggiungiamo quindi la farina di cocco e il cacao. Mescoliamo bene il tutto e uniamo il burro precedentemente sciolto a bagnomaria.

Foderiamo il fondo della tortiera e distribuiamo il composto compattandolo bene con il retro di un cucchiaio.

Riponiamo in frigo a rassodare per almeno una mezzora.

Procediamo con la crema: sciogliamo il cioccolato bianco a bagnomaria e lasciamo raffreddare.

In una ciotola capiente lavoriamo la ricotta con 100 g di zucchero a velo fino ad ottenere una crema liscia . Uniamo lo yogurt e incorporiamolo alla ricotta.

A parte montiamo 100 g di panna con il resto dello zucchero a velo. Con l’aiuto di una spatola incorporiamo la panna al composto di yogurt e ricotta, delicatamente, dal basso verso l’alto. Incorporiamo quindi anche il cioccolato sciolto.

Nel frattempo scaldiamo in un pentolino la rimanente panna in cui andiamo a sciogliere l’agar agar. Portiamo quindi a bollore e facciamo cuocere per qualche minuto mescolando in continuazione per evitare che si formino dei grumi. La gelatina si formerà man mano che il liquido si raffredderà a temperatura ambiente. Appena raffreddatosi, uniamo il nostro gelificante alla crema mescolando bene.

Prendiamo la tortiera dal frigo e versiamoci il composto all’interno, livellando la superficie con l’aiuto di una spatola o di un cucchiaio.

Riponiamo in frigo per almeno 3 ore.

Una volta tolto l’anello (delicatamente), andiamo a decorare con le scaglie di cocco e di cioccolato bianco (che io ho ricavato con l’aiuto di un coltellino).

Serviamo e degustiamo con un cucchiaino.

…magari guardando la neve che cade…

 

Let’s EAT & enjoy ♥

Il consiglio in più…

Se non consumate subito la torta, potete anche riporla in congelatore, avendo cura di estrarla almeno un’ora prima di servirla in modo che si scongeli. Ad ogni modo, se seguite la ricetta, non dovreste avere problemi a tenerla in frigo: la consistenza non è delle più solide, anzi è molto soffice, quasi quella di un dolce al cucchiaio.

Dipende dai vostri gusti! 😉

Essendo un blog di cucina vegana & vegetariana ho volutamente non utilizzato la colla di pesce come gelificante. Avevo già parlato in un altro articolo di questo gelificante totalmente vegetale, l’agar-agar, ma ne rispolvero i vantaggi di seguito:

  • Essendo che si ricava dalla lavorazione di alghe rosse è, pertanto, completamente naturale, perfetto dunque per tutti coloro che seguono una dieta vegetariana o vegana.
  • E’ incolore, inodore e non altera il sapore degli alimenti in cui viene sciolto. Per questo motivo è ideale sia per preparazioni dolci che salate.
  • La polvere di agar-agar non ha bisogno di ammollo ed è insolubile a freddo.
  • È sicuramente più semplice da utilizzare rispetto alla colla di pesce.
  • L’agar-agar è termo reversibile, il che significa che il composto gelificato può essere sciolto di nuovo e poi, di nuovo rassodato. Quindi nessun problema nel caso di errori: basterà sciogliere tutto nuovamente e ricominciare da capo, aggiustando, magari, il dosaggio della polvere.
  • Essendo privo di proteine, permette di realizzare delle gelatine anche con frutta acida come ananas o kiwi (cosa non possibile con la comune colla di pesce). Questo perché questa frutta contiene enzimi che disgregano le proteine.
  • L’agar agar non fornisce alcun apporto calorico poiché assorbito in minima parte dall’organismo.
  • Favorisce la regolarità intestinale e, a dosaggi elevati, può diventare anche lassativo.
  • È privo di glutine.

Che dite, vi bastano come motivazioni?! 😉