Torta al marzapane con copertura al caramello & mandorle

A cosa pensate se dico “Torta“? A qualcosa di goloso, certo, a qualcosa di “grande”…. Io se penso ad una torta penso ad un Momento. Un momento di convivialità, fatto di tanti attimi, ben scanditi e tutti importanti, per assaporare quello che è una sorta di rito: la presentazione del dolce sulla tavola, la sua ammirazione…la selezione dei piattini, dei tovaglioli e delle posate per poterlo degustare… il taglio della torta, la sbirciatina al suo interno… l’impiattamento della fetta, il primo morso… gli occhi chiusi, le papille attivate.

L’esplosione dei sapori.

Uno stato di felice intimità con gli amici, durante il quale sembra che non importi nient’altro al mondo. E’ così che Brontë Aurell descrive la filisofia Hygge nel suo libro  ScandiKitchen Fika & Hygge. Un concetto legato al mondo scandinavo, un rifugio dalla frenesia della vita quotidiana.

Che si tramuta in dolce.

E’ proprio a lei che devo la realizzazione di questa torta…

Da condividere rigorosamente con le persone che amate, con cari amici, golosi e innamorati della vita.

Ingredienti per uno stampo apribile da 22-24 cm:
  • 210 gr di marzapane (in fondo alla pagina, spiego come realizzarlo home-made ;))
  • 160 gr di farina 0 o manitoba
  • 3 uova
  • 200 gr di zucchero a velo
  • 180 gr di burro
  • 50 gr di amido di mais
  • 1 cucc.no di lievito in polvere (Io uso sempre il cremor tartaro)
  • 1 cucc.no di vaniglia Burbon in polvere
  • 1/2 cucc.no di sale
Ingredienti per la copertura:
  • 80 ml di panna liquida
  • 100 gr di zucchero di canna integrale
  • 80 ml di miele (io ho usato quello d’acacia)
  • 70 gr di burro
  • 70 gr di mandorle a lamelle
Preparazione:

In un pentolino sciogliamo il burro e lasciamo raffreddare.

In una capiente ciotola sbricioliamo il marzapane e uniamo lo zucchero a velo. Versiamo a filo il burro fuso e poi le uova, una alla volta, continuando a mescolare.

Setacciamo quindi tutti gli ingredienti secchi: farina, amido, zucchero, sale, lievito e vaniglia. Uniamoli al composto e amalgamiamo bene.

Versiamo il tutto in uno stampo a cerniera foderato con della carta forno. Inforniamo quindi in modalità ventilata a 190°C per circa 40 min (fai la prova stecchino!), finchè la torta risulti dorata in superficie.

Lasciamo raffreddare su una gratella.

Prepariamo la copertura.

In una casseruola, uniamo tutti gli ingredienti, tranne le mandorle. Cociamo a fuoco alto, continuando a mescolare con una frusta, finché il composto non si stacca dalle pareti: teniamolo d’occhio in modo che non indurisca! Appena inizia a staccarsi dalle pareti, spegniamo la fiamma e uniamo le mandorle.

Versiamo sulla torta, ricoprendola bene, con cura, e per finire passiamo al grill qualche minuto, facendo attenzione che non si scurisca troppo la superficie.

 

Let’s EAT & enjoy ♥

Il consiglio in più…

Aspettate che il caramello in superficie indurisca e si raffreddi. Sentirete che meraviglia al taglio!

Ottima calda, con una tazza di té aromatizzato alla cannella per colazione o per una merenda con gli amici.

Per una versione più golosa (non che ce ne sia bisogno…), potete accompagnare la torta con una pallina di gelato alla vaniglia, oppure con una crema leggera alla panna.