Angel Food Cake alle Mandorle

La semplicità paga sempre.

Se c’è una cosa che sto imparando, e che si sta confermando in molti ambiti della mia vita, è che essere genuini e presentarsi nella propria umiltà è la chiave per arrivare al cuore delle persone.

E’ un periodo di crescita questo, per me. Personale e professionale. Sto conoscendo moltissime persone che apprezzano ciò che faccio, ma soprattutto che mi apprezzano, come Silvia, anche nelle mie imperfezioni.

Dedico questa Angel Food Cake a loro, in tutta la sua semplicità e dolcezza.

 

Ingredienti
  • 12 Albumi (ca. 360 gr)
  • 200 gr di Mandorle pelate e tostate
  • 350 gr di Zucchero di canna integrale
  • 100 gr di Farina 0 biologica
  • 8-10 gr di cremor tartaro
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di vaniglia in polvere
  • 1 cucchiaio di liquore (Facoltativo – io ho usato l’Amaretto)
  • Zucchero A Velo q.b.

 

Preparazione:

In un mixer tritiamo le mandorle fino a polverizzarle. Versiamo in una ciotola e setacciamovi la farina con il cremor tartaro e il sale. Aggiungiamo ca. 200 gr di zucchero e la vaniglia.

A parte, montiamo a neve ferma gli albumi e aggiungiamo lo zucchero rimanente solo quando la montata comincia a diventare lucida.

Uniamo quindi il composto alle polveri, mescolando dal basso verso l’alto. Aggiungiamo, a piacere, il liquore e mescoliamo sempre delicatamente.

Versiamo quindi il composto nello stampo a ciambella e cuociamo in forno preriscaldato a 160° per 45-50 minuti ca.

Prova stecchino necessaria! Così vi regolate con le tempistiche. Si formerà una bella crosticina in superficie!

Sforniamo il dolce e facciamolo raffreddare capovolto su una gratella.

Una volta raffreddatasi, passiamo un coltello lungo i bordi dello stampo e il foro centrale per staccare la torta con più facilità.

Spolverizziamo di zucchero a velo.

 

Let’s EAT & enjoy ♥

Il consiglio in più…

A differenza delle classiche Angel Food Cake, ho aggiunto le mandorle tritate, che oltre a darne quell’aroma caratteristico, conferiscono umidità e morbidezza ad un dolce che solitamente risulta un pò “secco”.

Alcuni accorgimenti: gli albumi dovranno essere a temperatura ambiente – se utilizzate quelli in brick, vi consiglio quelli biologici di Le Naturelle.

Lo stampo: Io ho utilizzato quello normalissimo da ciambella, ma se avete quello apposito con i bordi più alti, tanto meglio.

Il risultato sarà comunque quello di un buon dolce da colazione e/o da inzuppo!

Per una versione più golosa, potete guarnire la vostra Angel Food Cake con della frutta fresca o panna montata, oppure utilizzarla come base per preparare una torta a strati 🙂